La fiducia

La fiducia è il fondamento di tutte le interazioni e le relazioni della nostra vita.

La fiducia è un sentimento umano, che consiste nel presupporre che un comportamento, un atteggiamento o un esito sia adeguato alla situazione.

Ci fidiamo o non ci fidiamo:

  • delle altre persone
  • delle cose, pensiamo per esempio ad una sedia, ci sediamo perché ci fidiamo del fatto che sosterrà il nostro corpo
  • della tecnologia, ci fidiamo del navigatore che ci porterà nella località indicatagli
  • delle situazioni, ci fidiamo di una giornata di sole per decidere di andare a fare una passeggiata in montagna
  • infine di noi stessi, nell’una grande sfida dove il potenziale fallimento sembra nascondersi dietro l’angolo autostima,  sicurezza delle tue capacità e coraggio di agire determinano quanto ci fidiamo di noi stessi.

Dunque la fiducia è davvero in ogni aspetto della nostra vita.

Trattandosi di un argomento tanto vasto, parleremo  in questo articolo della fiducia nelle relazioni interpersonali.

La fiducia interpersonale è costituita da tre elementi: autenticità, logica ed empatia.

  • Se pensate che io sia autentica, è più probabile che mi diate fiducia.
  • Se pensate che ci sia un vero rigore nella mia logica, avrete anche maggiore fiducia in me. La logica ha a che fare non solo con quello che pensiamo, ma a livello professionale anche con quello che sappiamo e che sappiamo fare, le nostre competenze.
  • Se pensate che la mia empatia sia diretta nei vostri confronti, vi fiderete di me.

Quando tutti questi tre elementi funzionano, abbiamo una grande fiducia. Ma se uno di questi elementi vacilla, se uno dei tre tentenna, la fiducia è in pericolo.

Vediamo quali possono essere gli ostacoli alla costruzione o al mantenimento di una relazione di fiducia:

  1. L’ostacolo più comune è l’empatia: se le persone non sentono che stiamo prestando loro attenzione, che le ascoltiamo e che comprendiamo quello che ci stanno trasmettendo, faranno fatica a fidarsi di noi. Coltivare l’empatia diventa dunque fondamentale per costruire fiducia.
  2. Gli ostacoli logici sono di due tipi. Si tratta della qualità del nostro ragionamento della capacità di comunicare quel ragionamento. Se il problema è la qualità del ragionamento…beh non c’ è molto che si possa fare. Ma fortunatamente è più probabile che il ragionamento sia giusto, ma manchi l’abilità nel comunicarlo. Il modo semplice per risolvere questo problema è comunicare la vostra idea in modo semplice e lineare, e fornire prove a favore. Naturalmente questa soluzione è un po’ riduttiva, ma quel che è certo è che il problema di una cattiva comunicazione possono essere risolti o comunque arginati, il coaching è un metodo che supporta lo sviluppo della comunicazione efficace.
  3. Il terzo ostacolo è l’autenticità, quello più fastidioso. Noi, la specie umana, riusciamo a capire immediatamente se qualcuno è davvero se stesso in modo autentico, o no. Quindi, la soluzione è chiara. Non volete che l’autenticità sia un problema? Siate voi stessi.

Tre ostacoli superabili grazie a volontà e allenamento.

Sono convinta che possiamo imparare a fidarci di più gli uni degli altri e che questo possa generare un progresso nelle relazioni interpersonali di grande impatto per tutti noi.