Da io a noi nell’impresa di famiglia

Costruire il percorso per la continuità dell’impresa di famiglia, attraverso e oltre il passaggio generazionale, significa costruire il percorso per passare da io a noi.

Un percorso in cui digitalizzazione e internazionalizzazione possono essere strumenti e opportunità per l’impresa, come bene sostiene Alessandro Scaglione nel suo “Continuare insieme – Il Family Business oltre il passaggio generazionale”.

  • La digitalizzazione nella dimensione di informazione democraticamente condivisa e in un contesto in cui le gerarchie sono sfumate a favore della valorizzazione e massimizzazione dei contributi.
  • L’internazionalizzazione intesa non come make-or-buy ma come co-design, ovvero sintonizzare la catena di creazione di valore dell’impresa su una pluralità di culture, integrando e sintetizzando i risultati di intelligenze e culture diverse e generando di fatto un vantaggio competitivo nel mercato di riferimento dell’azienda. Internazionalizzazione che deve necessariamente passare attraverso una contaminazione trans-nazionale della cultura aziendale per realizzarsi.

Digitalizzazione e internazionalizzazione così intese possono essere dunque strumenti e opportunità per l’impresa di famiglia, ma solo a condizione di un contesto in cui si sia superata l’autoreferenzialità dell’imprenditore: da accentramento a condivisione, da gestione dall’alto a co-gestione, secondo il modello tedesco di governance duale, da io a noi.

Dall’io al noi significa concepire l’azienda come bene collettivo, dove la delega è diffusa, la responsabilità delle decisioni condivisa, i risultati, gli errori e l’apprendimento messi a fattor comune.

“Lo zaino lo si porta tutti insieme” citando nuovamente Scaglione.