Coaching: un metodo per un cambiamento efficace

Coaching: un metodo per un cambiamento efficaceMi piace definire il coaching un metodo per un cambiamento efficace.

Ma che cos’è il cambiamento? Partiamo dalla definizione. Il cambiamento è il processo in cui qualcosa diventa diverso, è un processo di mutamento, trasformazione, variazione. Il cambiamento è azione e risultato del cambiare. Cambiare significa passare da una situazione A ad una situazione B.

Paola Albornoz Fernández nel suo interessante articolo pubblicato su Rockingtalent definisce Il cambiamento come una competenza essenziale per fronteggiare il nuovo mercato del lavoro, una delle nuove skills necessarie per rimanere attivi e competitivi sul mercato del lavoro, portare il cambiamento dentro la cultura aziendale è diventata una missione imprescindibile per il successo.

Condivido appieno la visione di Paola Albornoz e mi sento di estendere l’essenzialità del cambiamento anche alle altre sfere della vita, oltre che al mondo del lavoro: vita personale, famiglia, scuola, sport. D’altronde già Charles Darwin sosteneva che

“non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti”.

Guardiamoci intorno: se c’è una cosa che la pandemia ci ha insegnato senza chiedere troppo permesso è la potenza del cambiamento.

A volte, come successo con l’emergenza sanitaria globale che ha recentemente stravolto le nostre vite, il cambiamento è improvviso, repentino, inaspettato e traumatico e non siamo preparati, altre volte il cambiamento è un’esigenza personale che emerge per rispondere a nuovi obiettivi, altre ancora è una conseguenza delle nuove tecnologie e delle opportunità da esse offerte.

In qualunque forma il cambiamento bussi alla porta, che sia a livello personale o a livello di organizzazione, dobbiamo essere pronti ad affrontarlo e ad adattarci ad esso con una risposta positiva.

Ci sono persone naturalmente avvezze al cambiamento, che non ne risentono negativamente anzi lo accolgono come linfa vitale, persone open minded che amano confrontarsi con situazioni nuove e dinamiche diverse. Altre persone, la maggior parte oserei dire, lo vivono male, perché cambiamento significa uscire dalla zona nota, dalla zona che conosciamo e nella quale ci muoviamo con sicurezza. Il cambiamento scombussola, crea incertezza, ansie, paure, insomma provoca spesso una sensazione di malessere e di resistenza da parte dell’individuo.

E tu, come reagisci al cambiamento? Restituisci una risposta positiva o negativa? Cosa puoi iniziare a fare oggi per sviluppare la tua risposta positiva al cambiamento? Come fronteggiare il cambiamento e farselo amico?

La parola stessa “cambia-mento” sembra suggerire un “cambio di mente”, è un processo che implica consapevolezza e impegno da parte dell’individuo.

Ma come si attua un cambiamento efficace?
Ecco che ci viene in aiuto il coaching, un metodo per un cambiamento efficace. Vediamo come.
Per attuare un buon cambiamento servono:

  • obiettivi chiari, specifici e realistici
  • auto-motivazione e impegno personale
  • un piano d’azione concreto attraverso il quale muoversi step by step
  • una tempistica esplicita, è vero che il cambiamento non avviene in un giorno, richiede tempo e dedizione, ma è necessario darsi un tempo preciso, una data entro cui realizzarlo
  • i risultati possono essere sorprendenti e naturalmente possono essere misurati.

Ecco perché definiamo il coaching un metodo per un cambiamento efficace. Perché attraverso i 5 punti sopra menzionati può permetterti di spostarti dal punto A al punto B, può essere il tuo alleato per la tua trasformazione.
Il coaching è uno strumento molto efficace per supportare le persone nel cambiamento: il coach è l’allenatore del coachee che desidera vincere la partita del suo cambiamento!
Se vuoi scoprire come vincere la tua partita, contattami.